Condizioni di vendita, fornitura e pagamento

Campo d'applicazione, definizioni

Campo d'applicazione:

  1. Le presenti condizioni di vendita, fornitura e pagamento valgono solo nei confronti di aziende, persone giuridiche di diritto pubblico o enti di diritto pubblico con patrimonio separato ai sensi del § 310 comma 1, del Codice Civile tedesco. Eventuali condizioni del cliente che contrastano o divergono dalle condizioni di vendita di Gira verranno da quest'ultima riconosciute solo previa esplicita approvazione scritta della loro validità da parte di Gira.
  2. Le presenti condizioni di vendita, fornitura e pagamento valgono anche per tutte le transazioni future con il cliente, nella misura in cui si tratti di negozi giuridici dello stesso genere.

Definizioni:

Con i termini "Gira", "cliente" e "imprenditore" utilizzati in questa sede si intende quanto segue:

"Gira" è
Gira Giersiepen GmbH & Co KG
Dahlienstraße
D-42477 Radevormwald, Germania

"Cliente" è ogni imprenditore con il quale Gira stipula un contratto ai sensi del punto 2 delle presenti condizioni generali di contratto.

"Imprenditore" è ogni persona fisica o giuridica o società di persone avente capacità giuridica che, con la stipula di una transazione con Gira, agisce nell'esercizio della propria attività commerciale o professionale.

 

1. Disposizioni generali

  1. Gira si riserva senza alcuna limitazione i propri diritti di proprietà e d'autore su preventivi, disegni e altra documentazione. È consentito rendere la documentazione accessibile a terzi solo previa autorizzazione scritta di Gira e, qualora l'incarico non venga conferito, su richiesta tale documentazione deve essere restituita immediatamente a Gira. I periodi 1 e 2 si applicano per analogia alla documentazione del cliente; tuttavia questa può essere resa accessibile ai terzi a cui Gira abbia affidato lecitamente l'esecuzione delle forniture.
  2. Forniture parziali sono consentite nella misura in cui accettabili per il cliente.

2. Offerta e stipula del contratto

  1. Se un ordine è da ritenersi un'offerta ai sensi del § 145 del Codice Civile tedesco, Gira ha due settimane di tempo per accettarlo.

3. Ambito delle forniture e dei servizi

  1. La documentazione, i disegni, i dati sui pesi, i campioni, ecc. acclusi all'offerta di Gira sono da ritenersi solo approssimativamente determinanti, salvo quando diversamente specificato nell'offerta stessa. Ci riserviamo espressamente il diritto di modificare la struttura, il dimensionamento, la scelta dei materiali e la fabbricazione dei prodotti anche dopo l'invio della conferma dell'ordine, nella misura in cui tali modifiche non influiscano sulla qualità, sul prezzo e/o sui dati sostanziali o sul tempo di consegna e siano accettabili per il cliente.

4. Termini di consegna

  1. Salvo diverso accordo con il cliente, il termine di consegna indicato da Gira non è da ritenersi vincolante. Tale termine è espressamente soggetto a riserva di fornitura corretta e puntuale a Gira da parte dei suoi fornitori.
  2. Il termine di consegna si prolunga in caso di eventi imprevisti, straordinari e inevitabili, in particolare in caso di sciopero di qualsiasi tipo, di embarghi e in caso di fornitura non puntuale da parte dei fornitori di Gira.
  3. Qualora la spedizione venga posticipata su richiesta del cliente o per altri motivi non imputabili a Gira, il cliente si fa carico dei costi supplementari che ne derivano e del rischio di perimento o di deterioramento accidentale della merce da consegnare, a partire dalla notifica che la merce è pronta per essere spedita.
  4. In caso di stoccaggio nello stabilimento Gira (o presso altri siti autorizzati da Gira), Gira è autorizzata ad addebitare per ogni mese iniziato almeno lo 0,5% del prezzo della fornitura. Sono fatti salvi ulteriori diritti, in particolare quelli derivanti dal § 373 del Codice di commercio tedesco.
  5. Gira si riserva il diritto di effettuare forniture parziali e anticipate.
  6. In caso di ritardo di fornitura imputabile a Gira, il cliente ha l'obbligo di concedere per iscritto una proroga adeguata. Ove, in caso di ritardo di fornitura, il cliente conceda a Gira una proroga adeguata alle circostanze e neanche questa scadenza venga rispettata per motivi imputabili a Gira, il cliente è autorizzato a recedere dal contratto; ha diritto al risarcimento danni solo in caso di danni caratterizzati da dolo o colpa grave.
  7. Se il contratto è un contratto a termine fisso ai sensi del § 376 del Codice commerciale tedesco, si applica il suddetto paragrafo, a condizione che il cliente, ad esclusione di tutti gli ulteriori diritti, possa recedere per iscritto dal contratto e fatto salvo il caso di danni caratterizzati da dolo o colpa grave.
  8. Il rispetto del termine di consegna da parte di Gira presuppone l'adempimento tempestivo e regolare degli obblighi contrattuali da parte del cliente, in particolare dei suoi obblighi di pagamento.

5. Trasferimento del rischio e spedizione

  1. Tra Gira e il cliente trovano applicazione gli Incoterms nella versione di volta in volta valida. Attualmente sono in vigore gli Incoterms 2010, clausola "EXW" (franco fabbrica/ex works).Il rischio connesso al deperimento o al peggioramento casuale della merce passa al cliente con l'invio a quest'ultimo, al più tardi al momento dell'uscita della merce dallo stabilimento/magazzino. Ciò vale a prescindere dal fatto che l'invio della merce avvenga o meno dal luogo di esecuzione e indipendentemente da chi sostiene le spese di trasporto.
  2. Qualora Gira si faccia carico dell'assicurazione di trasporto nel quadro della polizza generale stipulata da Gira stessa, la liquidazione dell'eventuale danno avverrà conformemente alle condizioni assicurative, dietro presentazione dei seguenti documenti da parte del cliente:
    a) Verbale di accertamento dei fatti dell'istituto di trasporto (ad esempio ricevuta del trasportatore)
    b) Lettera di vettura originale
    c) Cessione dei diritti per i danni verificatisi.
  3. Se i danni da trasporto sono imputabili a Gira, dopo aver ricevuto la spedizione il cliente è tenuto a comunicare immediatamente per iscritto a Gira che si è verificato un danno da trasporto. Le parti danneggiate devono essere rispedite con il porto pagato al nostro stabilimento di Radevormwald o al rispettivo magazzino di fornitura di Gira. Al cliente non è consentito rifiutare il ricevimento delle forniture a causa di difetti modesti o insignificanti.

6. Prezzi, condizioni di pagamento e garanzie

  1. I prezzi Gira si intendono franco fabbrica o magazzino di fornitura, esclusi imballaggio e IVA con i relativi tassi applicabili. Le spese di imballaggio vengono fatturate a parte.
  2. Ove non sia stato concordato un prezzo fisso con il cliente, ci riserviamo la possibilità di adeguare i prezzi alla luce delle eventuali variazioni dei costi salariali, dei materiali e della distribuzione per forniture che avvengano tre o più mesi dopo la stipula del contratto.
  3. Per ordini di valore inferiore a 100,00 EURO si addebita un importo forfettario di 15,00 EURO per le spese amministrative. Per consegne dirette (indirizzo di recapito diverso dall'indirizzo da cui è stato emesso l'ordine), Gira addebita per ogni spedizione un importo minimo di 7,50 EURO. Spese di spedizione maggiori saranno concordate individualmente con il cliente.
  4. Tutti i pagamenti del cliente devono essere effettuati senza alcun costo per Gira, ed entro le date indicate, tramite accredito sul nostro conto bancario.
  5. Se dopo la data di invio della conferma d'ordine da parte di Gira le condizioni economiche del cliente subiscono cambiamenti tali da mettere in discussione l'adempimento dei suoi obblighi di pagamento, Gira è autorizzata a trattenere la fornitura della merce o a richiedere garanzie; se il cliente non soddisfa la richiesta di garanzie di Gira entro un termine adeguato, Gira è autorizzata a recedere dal contratto.
  6. In caso di pagamento entro 10 giorni dalla data della fattura, Gira applica uno sconto pari al 2%. Per i servizi forniti, Gira non applica alcuno sconto. Eventuali arretrati nei pagamenti escludono la possibilità di ricorrere a qualsiasi tipo di sconto. Il termine di pagamento aperto è di 30 giorni netto cassa. I rappresentanti e i commessi viaggiatori di Gira non sono autorizzati a ricevere pagamenti o mezzi di pagamento, a meno che non possiedano una procura all'incasso.
  7. Il cliente è tenuto a pagare i crediti di Gira entro 30 giorni dal ricevimento della merce. Una volta decorso tale termine, il cliente entra in mora senza che ciò richieda ulteriori solleciti. Durante il periodo di mora il cliente è tenuto a corrispondere interessi per un ammontare pari al 9% di maggiorazione rispetto al tasso base. Resta salvo il diritto di dimostrare e rivendicare un danno da mora maggiore.
  8. Se Gira è stata incaricata di effettuare l'installazione o il montaggio, salvo quanto diversamente concordato il cliente si assume, oltre al compenso concordato, anche tutti i necessari costi accessori, come spese di viaggio, costi per il trasporto degli strumenti di lavoro e del bagaglio personale, nonché le eventuali indennità.

7. Compensazione e diritti di ritenzione

  1. Il diritto di compensazione del cliente nei confronti di Gira vale solo nel caso in cui le sue contropretese siano incontestate o accertate e passate in giudicato. Per esercitare il suo diritto di ritenzione nei confronti di Gira, la contropretesa del cliente deve basarsi sullo stesso rapporto contrattuale.

8. Vizi della cosa

Per eventuali vizi della cosa Gira sarà responsabile nel seguente modo:

  1. Tutte quelle parti o servizi che, entro il termine di prescrizione e indipendentemente dalla durata di esercizio, presentano un vizio della cosa, a discrezione di Gira dovranno essere riparati, rispediti o nuovamente erogati a titolo gratuito se la causa alla base del vizio della cosa era già presente al momento del trapasso del rischio.
  2. I diritti derivanti da eventuali vizi della cosa cadono in prescrizione dopo 24 mesi. Ciò non vale se la legge, ai sensi dei §§ 438, comma 1, punto 2 (edifici e beni per edifici), 479, comma 1 (diritto di rivalsa) e 634a, comma 1, punto 2 (difetti di costruzione) del Codice Civile tedesco, prevede termini di prescrizione più lunghi, nonché in caso di lesioni mortali, fisiche o pregiudizievoli della salute, in caso di inadempienza di Gira, caratterizzata da dolo o colpa grave, rispetto ai propri obblighi e in caso di vizio della cosa dolosamente taciuto. Restano invariate le disposizioni legislative in merito al periodo di sospensione, alla sospensione e alla nuova data di decorrenza dei termini.
  3. Il cliente è tenuto a controllare immediatamente, al momento del ricevimento, i prodotti consegnati e i servizi ricevuti. Fa fede il § 377 del Codice commerciale tedesco. Il cliente dovrà comunicare per iscritto a Gira, via e-mail o fax, eventuali vizi della cosa, entro un termine massimo di due settimane. Fa fede in tal senso la data di ricevimento del reclamo da parte di Gira. In caso di difetti palesi, questo periodo inizia a decorrere dal momento del ricevimento della merce presso il cliente mentre, in caso di difetti latenti, a partire dal momento della loro identificazione da parte del cliente. Se il reclamo per vizi della cosa non viene effettuato tempestivamente, è esclusa la possibilità di fare ricorso ai diritti a garanzia. L'onere della prova è interamente a carico del cliente per quanto riguarda tutte le condizioni di ammissibilità, in particolare in relazione al difetto stesso, la data di identificazione del difetto e la tempestività del reclamo.
  4. In caso di reclami avanzati secondo i termini e le forme previste, i pagamenti da parte del cliente possono essere sospesi in misura consona al tipo di vizio della cosa riscontrato. Il cliente può sospendere i pagamenti solo dopo aver avanzato un reclamo, sulla cui legittimità non può sussistere alcun dubbio. Se il reclamo presentato è ingiustificato, Gira ha la facoltà di richiedere al cliente il rimborso delle spese sostenute.
  5. A Gira va concessa, in misura appropriata e con un tempo ragionevole, l'opportunità di un adempimento posticipato dei suoi obblighi. Su richiesta, eventuali parti sostituite dovranno essere rispedite a Gira gratuitamente.
  6. Se l'adempimento posticipato non dovesse dare esito positivo (ai sensi del § 440 del Codice Civile tedesco), il cliente può recedere dal contratto o ridurre il compenso, fatta salva qualsiasi altra richiesta di risarcimento danni ai sensi del punto 12 delle presenti condizioni generali di contratto.
  7. I diritti derivanti da eventuali vizi della cosa non sono applicabili in caso di scostamento solo marginale rispetto alle caratteristiche concordate, in caso di compromissioni poco rilevanti dell'utilizzabilità, in caso di usura dovuta all'uso ordinario della cosa, o di danni che dopo il passaggio del rischio vengono a crearsi a causa di un utilizzo erroneo oppure negligente, a causa di un utilizzo eccessivo, di impiego di materiali d'esercizio non adatti, di lavori di costruzione non eseguiti a regola d'arte oppure a causa di particolari influssi esterni non presi in considerazione ai fini contrattuali, nonché in caso di errori software non riproducibili. I diritti derivanti da eventuali vizi della cosa non sussistono inoltre a fronte di modifiche o interventi di riparazione effettuati in modo improprio dal cliente o da terzi. L'obbligo di garanzia di Gira presuppone inoltre che la merce sia montata, messa in funzione e utilizzata a regola d'arte e nel massimo rispetto delle istruzioni d'uso.
  8. Sono escluse eventuali rivendicazioni del cliente in relazione alle spese necessarie ai fini dell'adempimento posticipato, in particolare le spese di trasporto, i costi di lavoro e del materiale, qualora tali spese abbiano subito maggiorazioni per via del fatto che l'oggetto della spedizione è stato successivamente trasferito presso una sede diversa dalla filiale del cliente, salvo il caso in cui tale trasferimento rientri nell'ambito di un utilizzo a norma.
  9. I diritti di rivalsa del cliente nei confronti di Gira come da § 478 del Codice Civile tedesco (rivalsa dell'imprenditore) valgono solo qualora il cliente non abbia stipulato con il suo acquirente accordi che vanno oltre i diritti previsti per legge derivanti da eventuali vizi della cosa. Per quanto concerne il campo d'applicazione del diritto di rivalsa del cliente nei confronti di Gira ai sensi del § 478, comma 2, del Codice Civile tedesco, trovano analogamente applicazione il punto 8, comma 7, e il punto 8, comma 8.
  10. Per le richieste di risarcimento danni fa inoltre fede il punto 12 delle presenti condizioni di vendita, fornitura e pagamento (Altre richieste di risarcimento danni). Sono escluse ulteriori rivendicazioni per vizi della cosa avanzate dal cliente nei confronti di Gira e dei suoi preposti o rivendicazioni diverse da quanto definito in questo punto 8.

9. Gestione dei resi (restituzione della merce)

  1. Qualora non risultino soddisfatti i presupposti per i diritti a garanzia del cliente, Gira non è tenuta a riprendersi la merce.
  2. Qualora, a titolo eccezionale, Gira acconsenta a riprendersi la merce del cliente fuori dall'ambito d'applicazione dei diritti a garanzia, ciò avviene di propria iniziativa e senza che ciò comporti il riconoscimento di alcun obbligo giuridico. Ciò non giustificherà un'eventuale richiesta del cliente al rimborso del prezzo d'acquisto.
  3. Se Gira fornisce delle prestazioni al di fuori dall'ambito d'applicazione dei diritti a garanzia e nell'ambito della gestione dei resi ai sensi del precedente punto 2, al cliente verrà addebitato un importo forfettario per le spese di gestione. L'ammontare di questo importo forfettario è indicato sulla home page di Gira https://partner.gira.com/it_IT/service.html e https://partner.gira.com/it_IT/service/retour.html.

10. Riserva di proprietà

  1. Gira si riserva il diritto di proprietà sulla merce fino al ricevimento di tutti i pagamenti di tutti i contratti che sono stati stipulati tra il cliente e Gira alla data in cui è stato stipulato l'ultimo contratto. Nell'ambito del normale svolgimento delle sue attività, il cliente può rivendere la merce soggetta alla riserva di proprietà. Egli cederà però a Gira tutti i crediti per l'ammontare del valore della fattura secondo quanto maturato con la rivendita all'acquirente o a terzi. Il cliente è autorizzato a incassare tali crediti anche dopo la loro cessione. Ciò non pregiudica la facoltà di Gira di riscuotere da sé il credito. In particolare Gira può richiedere che il cliente informi Gira in merito al credito ceduto, alla sua entità e al debitore, fornisca tutte le informazioni necessarie per l'incasso e consegni senza indugio a Gira la relativa documentazione, informando per iscritto il debitore in merito alla cessione.
  2. Il cliente non ha la facoltà di impegnare la merce soggetta alla riserva di proprietà o di trasferirne la proprietà a terzi a titolo di garanzia.
  3. In caso di inadempimento contrattuale da parte del cliente, in particolare in caso di mora, Gira ha la facoltà di riprendersi la merce. Il ritiro e il pignoramento della merce da parte di Gira non costituiscono dichiarazione di recesso; quest'ultima si avrà solo a fronte di una esplicita dichiarazione scritta di recesso da parte di Gira. In caso di pignoramenti o altri interventi da parte di terzi, il cliente è tenuto a informare immediatamente per iscritto Gira.
  4. La lavorazione e il trattamento o la trasformazione da parte del cliente dell'articolo acquistato avviene sempre a nome e per conto di Gira. In questo caso il diritto di aspettativa del cliente sull'articolo acquistato si estende all'oggetto trasformato. Se l'articolo acquistato viene lavorato con altri oggetti non appartenenti a Gira, Gira acquisisce la comproprietà della nuova cosa in funzione del valore oggettivo dell'articolo acquistato rispetto agli altri oggetti trattati al momento della lavorazione. Lo stesso vale in caso di commistione. Se la commistione avviene in misura tale per cui l'oggetto del cliente va considerato come oggetto principale, resta inteso che il cliente cederà in misura proporzionale a Gira la comproprietà e che garantirà a Gira la proprietà esclusiva o la comproprietà che verrà a crearsi. A salvaguardia del credito di Gira nei confronti del cliente, il cliente cede a Gira anche quei crediti maturati nei confronti di terzi dalla combinazione con un immobile della merce soggetta alla riserva di proprietà; Gira accetta fin da ora questa cessione.
  5. Su richiesta, Gira svincolerà la garanzia del cliente nella misura in cui, a discrezione di Gira, il suo valore eccede di più del 25% i crediti da garantire.

11. Impossibilità sopravvenuta

  1. Ove la fornitura sia impossibile, il cliente ha la facoltà di richiedere il risarcimento danni, a meno che tale impossibilità non sia da imputarsi a Gira. La richiesta di risarcimento danni del cliente è comunque limitata al 10% del valore della parte della fornitura che, a causa dell'impossibilità sopravvenuta, non ha potuto essere messa in servizio per le finalità previste. Questo limite non si applica se, nei casi di dolo, negligenza grave o in caso di lesioni mortali, fisiche o pregiudizievoli della salute sussiste una responsabilità legale obbligatoria; ciò non implica alcuna variazione dell'onere della prova a svantaggio del cliente. Resta invariato il diritto del cliente a recedere dal contratto.

12. Altre richieste di risarcimento danni

  1. Sono escluse le richieste di risarcimento danni e di rimborso delle spese del cliente (a seguire: richieste di risarcimento danni), indipendentemente dal motivo legale dal quale scaturiscono, in particolare per violazione di obblighi derivanti dall'obbligo giuridico contrattuale e atti illeciti. Ciò non vale nei casi di responsabilità obbligatoria, ad es. ai sensi della legge sulla responsabilità del produttore, in caso di dolo, negligenza grave, lesioni mortali, fisiche o pregiudizievoli della salute o violazione di obblighi contrattuali sostanziali. Tuttavia, il diritto al risarcimento danni per violazione di obblighi contrattuali essenziali è limitato al danno tipico prevedibile in sede contrattuale, nella misura in cui non vi sia dolo o negligenza grave o responsabilità per lesioni mortali, fisiche o pregiudizievoli della salute.
  2. Inoltre, a seconda del motivo e dell'ammontare, le richieste di risarcimento danni sono limitate in funzione dell'assicurazione in essere per Gira al momento del sinistro.
  3. Qualora il cliente abbia diritto al risarcimento danni ai sensi del presente punto 12, fanno fede le norme giuridiche sulla prescrizione.

13. Luogo d'adempimento, foro competente, campo d'applicazione

  1. Luogo d'adempimento di tutti gli obblighi derivanti dal presente contratto, compreso il diritto derivante dal recesso, è Radevormwald.
  2. Come concordato, foro competente è quello in cui hanno sede i tribunali competenti per Radevormwald. Ciò vale anche per azioni cambiarie e azioni di regresso per mancato pagamento di assegno, in particolare per richieste derivanti da procedimenti d'ingiunzione; fintanto che nei confronti di Gira non viene aperto un procedimento giudiziario, Gira ha la facoltà di fare causa al cliente anche presso il tribunale competente della sua sede.
  3. Per tutti i rapporti giuridici in relazione al presente contratto trova applicazione il diritto della Repubblica Federale di Germania con l'esplicita esclusione della convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di vendita internazionale di merci (CISG).

Versione aggiornata al: 10/2017

> Download CGC

Gira uses cookies for websites in the domain gira.de. Some of them are essential, while others help us to improve this website and your experience. Find out more about the cookies used by us or third parties and your options for issuing them in our data protection declaration.

If you reject cookies for statistical analysis, no tracking cookies will be sent. Your visit to this website will then not be recorded.